Un popolo di cretini

leggo ovunque i sovranisti attaccare Conte per il ritardo nei provvedimenti presi.

Il povero cristo a me non sta a genio ma in una situazione del genere non è stato aiutato ne dall’opposizione, ne dai Presidenti di regione.

Non dimentichiamo che chi oggi, per becera propaganda, lo attacca di non aver chiuso tutto, ieri lo accusava intimandolo di riaprire tutto e subito.

Non dimentichiamo che le due regioni focolaio hanno perso tantissimo tempo non decidendo, lamentando poi il ritardo degli interventi da parte del Governo. Ma le Regioni sulla sanità sono autonome proprio per una legge approvata qualche anno fa dai coglioni sovranisti/leghisti.

Non dimentichiamo che sempre le due regioni focolaio lamentando lo scarso intervento dello Stato hanno privatizzato la sanità, e gli privati se ne guardano bene nel mettere a disposizione le loro strutture ed i loro capitali gentilmente concessi dalle tasse degli italiani. Le stesse regioni sovraniste/leghiste, ci raccontano le indagini e le condanne (Formigoni su tutti), hanno rubato a mano bassa specialmente in Lombardia.

Non dimentichiamo, infine, che lo Stato ha provato a trattarci da persone mature quali non siamo. Siamo, infatti, una massa di imbecilli che credono di essere più furbi degli altri. Talmente cretini che deridono gli abitanti di altri Stati che da quando hanno ricevuto l’ordine si sono tappati in casa senza se e senza ma (e non parlo dei Cinesi).

In un momento così difficile invece di seguire i consigli e seguire i Decreti ci inventiamo tutti podisti e ciclisti, sfianchiamo i cani, quando facciamo la spesa anziché fare una corposa spesa ci si limita ad un po di latte un pacco di pasta ecc..

Questa crisi ci sta dicendo tra le altre cose che siamo un popolo regredito, l’ignoranza dilaga, l’altruismo sparisce, l’intelligenza è assente. In poche parole ci stiamo americanizzando.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *